Molti dei pazienti che si recano in visita da me per motivi di “dolore” hanno spesso anche problemi di sovrappeso o obesità. Io stesso avevo problemi di sovrappeso. Da li la strada per decidere di dare risposte efficaci a me stesso e agli altri è stata breve.

Non ha senso curare, per esempio, un ginocchio con una condropatia con una infiltrazione di acido ialuronico in una persona che pesa 120 chili… Si l’acido ialuronico farà il suo lavoro ma di fatto non stiamo aiutando quella persona a risolvere la causa principale del suo problema… ed il sintomo prima o poi ritonerà a farsi sentire per ricordarci che c’è un problema.

Quando mi sono iscritto nuovamente all’università ho prodotto circa una ventina di fogli attestanti tutti i titoli conseguiti…(master, corsi di perfezionamento, Laurea in Medicina.. curriculum.. esperienze professionali..) non nascondo la mia sorpresa appurando che in quasi 20 anni di università nessuno mi aveva mai insegnato nulla di nutrizione…

Eppure tutti i sacri testi parlano del ruolo fondamentale della nutrizione su:

  • Controllo del peso
  • Controllo della glicemia 
  • Prevenzione del rischio cardiovascolare / metabolico
  • Prevenzione e cura delle dislipidemie
  • Regolazione dello stato infiammatorio ed ormonale dell’organismo
  • Ruolo del peso corporeo nella gestione della mobilità / del dolore…

Nonostante questi ruoli ormai assodati e condivisi nessuno mai mi aveva insegnato nulla di nutrizione.

Così ho deciso di conseguire la seconda laurea magistrale in Scienze della Nutrizione Umana.

In circa 1 anno ho conseguito il titolo col massimo dei voti (110 e Lode) con una tesi sul Microbiota (i microrganismi che abitano nel nostro intestino).

Fatta questa doverosa premessa ecco un pò di domande alle quali mi viene frequentemente chiesto di rispondere:

Che tipo di dieta consigli?

Solo ed esclusivamente una dieta “su misura” del paziente, che viene elaborata (in circa una settimana 10 giorni) dopo aver visitato il paziente, visto i problemi e sentiti i suoi gusti e le sue preferenze. E’ inutile consigliare pesce ad una persona che detesta il pesce o che non lo gradisce per suoi personali gusti o convinzioni… la dieta è fatta in modo, per quanto possibile, di essere rispettosa dei gusti, delle esigenze nutrizionali del paziente, con dosi il più abbondanti possibili di alimenti in modo che il paziente non debba “sentire fame”…

Come si svolge la visita?

La visita “sono” in realtà 2 visite. Prima visita: comprende visita medica, raccolta storia clinica, analisi delle abitudini alimentari, antropometria (peso, altezza, bmi, impedenziometria…). Eventuale prescrizione di esami e/o accertamenti. Durata circa 1 ora. Seconda visita si vede assieme un piano nutrizionale proposto, si spiega una dieta personalizzata, si consegna un manuale che insegna come fare la spesa e come mangiare. Durata circa 1 ora.

Quanto dura la visita?

Prima visita (2 incontri 1 ora + 1 ora circa).

Controllo peso generalmente 1 volta ogni 30 - 40 gg (30 minuti circa)

Temo di non farcela e di non essere costante come posso fare?

Ovviamente dipende da te. Io ti sarò accanto durante tutto il percorso mediante un controllo mensile rimanendo a disposizione via mail per ogni consiglio o necessità si dovesse presentare. Resta inteso che anche se le mie fossero buone indicazioni le gambe che camminano sono le tue. Prima di iniziare questo percorso decidi se sei davvero disposto o disposta a cambiare le abitudini che ti stanno facendo ammalare o ingrassare. Se la risposta è realmente “si” vedrai che insieme abbiamo buone possibilità di riuscita.

Ho paura di aver fame, cosa succede se ho fame?

Di solito non accade, le diete sono molto abbondanti facendo ampio uso di cibi a bassa densità calorica e ricchi di fibre.

Quanto costa la visita?

Per queste informazioni è necessario contattare la segreteria del poliambulatorio alla voce contatti.

Prescrivi diete iperproteiche, zona, paleo… etc..:?

Generalmente NO. Non solo, non conosco alcune diete commerciali, o alla moda. La dieta è ritagliata sui gusti e sulle necessità del paziente dopo visita medica. E’ difficile che una dieta preconfezionata (però alla moda) si adatti al paziente. La nutrizione è un lavoro sartoriale fatto sulla persona e non, rubando un termine alla moda, un “pret a porter”. Insomma la “moda” va bene molto probabilmente per i vestiti, difficilmente per le persone, specie in materia di salute. Tenete inoltre presente che molte diete “famose” hanno molta carta patinata e poca ricerca che ne sostiene i benefici. Le diete iperproteiche sono regimi alimentari non fisiologici che portano con se profonde alterazioni del microbiota intestinale. Non sono adatte a tutti e, a voler essere scrupolosi, hanno un campo di indicazioni piuttosto ristretto. Rispetto al contenuto di proteine definirei le diete che prescrivo indicativamente normoproteiche (ossia conformi in linea di massima alle raccomandazioni della SINU) con proteine provenienti in massima parte da fonti vegetali e pesce (se gradito al paziente) e molto ricche di fibre provenienti da frutta, verdura e cereali integrali.

Devo perdere molto peso in poco tempo come faccio?

Spiacente rivolgiti ad un altro professionista non sono il medico che fa per te. Con i regimi alimentari che elaboro sulla persona generalmente si perdono 2 - 4 chili al mese. 

Natura no facit saltus

Non è saggio perdere peso troppo in fretta. La dieta è una disciplina amorevole e consapevole che ci si da nel tempo, NON uno sprint, NON una gara… I frutti arrivano col tempo e con la perseveranza. 

Devo perdere 30 - 40 Kg… a 3 kg al mese ci vuole un anno…

Non è esatto forse di più di un anno… Non è saggio pensare che il peso accumulato in anni si smaltisca in pochi giorni come nulla fosse. Ricordate che se qualcuno vi propone qualcosa troppo bello per essere vero probabilmente non lo sarà.

Sono uno sportivo desidero una dieta che massimizzi le mie capacità fisiche

Posso consigliarti una dieta semplice e sana per ridurre il rischio di ammalarti, non posso garantire migliori performace fisiche. Anche in questo campo molti prodotti e diete hanno molta carta patinata e pochi studi di supporto. In ogni caso NON affidare la tua alimentazione a personal trainer, naturopati o altre figure NON riconosciute dall’ordinamento giudirico. Rivolgiti solo a medici, dietisti, nutrizionisti e a nessun altro. Ricordo che nel nostro paese le diete NON POSSONO  essere prescritte dai Farmacisti o da altri soggetti al di fuori di quelli suindicati.

Prescrivi farmaci per perdere peso?

NO, generalmente NO. La ragione è che i farmaci attualmente in commercio, con indicazioni approvate per la perdita di peso, hanno parecchi effetti collaterali e un margine terapeutico piuttosto ristretto quindi generalmente preferisco trovare altre soluzioni.

Vorrei che mi seguissi via internet si può fare?

Non è possibile. E’ necessario avere almeno un incontro di persona per effettuare una visita. E’ possibile, anzi è auspicabile, che rimaniamo in contatto via internet per monitorare assieme i progressi o i problemi, tuttavia la visita ed il contatto diretto, in questo ambito, sono irrinunciabili. Non si danno consigli generici su Fb o via Mail o in nessun altra forma a persone che prima sono siano state visitate.